CASETTA DI PIETRO IL GRANDE

Nei pressi della piazza della Rivoluzione, vicino al lungoneva Petrovskaja, si trova l’unico edificio civile ancora in piedi dai tempi della fondazione di San Pietroburgo ovvero la Casetta di Pietro il Grande.

La Casetta di Pietro il Grande è chiamata dai Russi come Domik Petra ed è la prima residenza dello zar Pietro il Grande ai tempi della fondazione di San Pietroburgo


LINK UTILI:
▶️ SITO UFFICIALE ◀️


INDICE

STORIA

La Casetta di Pietro il Grande è chiamata dai Russi come Domik Petra ed è la prima residenza dello zar Pietro il Grande ai tempi della fondazione di San Pietroburgo.
A quel tempo, la nuova San Pietroburgo era descritta come “un mucchio di villaggi collegati tra loro, come alcune piantagioni nelle Indie Occidentali”. La data della sua costruzione è oggi considerata la data della fondazione della città perché Pietro da questa abitazione sorvegliava la costruzione della nuova città imperiale e della Fortezza di Pietro e Paolo.
I soldati del reggimento Semënovskij costruirono la capanna in soli tre giorni nel maggio 1703.

La Casetta di Pietro il Grande è chiamata dai Russi come Domik Petra ed è la prima residenza dello zar Pietro il Grande ai tempi della fondazione di San Pietroburgo

La ringhiera costruita negli anni ’70 del XIX secolo in ghisa traforata attorno alla trama che circondava la casetta assieme al un piccolo giardino. Di fronte al fiume Neva, c’è un busto in bronzo di Pietro.
I membri della famiglia reale avrebbero piantato alberi nel giardino intorno alla casetta in occasioni speciali. Questa tradizione è stata ripresa nel 2011 quando il principe Michele del Kent ha inserito una quercia nel giardino vicino alla casetta nel maggio 2011. Nel 1930 la casetta di Pietro il Grande divenne un museo.

Nel 1934 era parte del complesso Peterhof dei palazzi di Pietro e successivamente, nel 1938, divenne parte del museo del Palazzo d’Estate di Pietro I. La cabina rimase protetta dal personale del museo e divenne il primo museo in città a riaprire al pubblico, già nel 1944.
Dall’inizio del 2004, La cabina di Pietro il Grande è entrata a far parte del Museo di Stato russo.




CARATTERISTICHE

La cabina o casetta di Pietro il Grande è una struttura semplice con un corridoio al centro seguito dalla piccola camera da letto dello zar e una sala da pranzo e studio più spaziosa. L’area della cabina sul perimetro esterno è di 65 metri quadrati.

La Casetta di Pietro il Grande è chiamata dai Russi come Domik Petra ed è la prima residenza dello zar Pietro il Grande ai tempi della fondazione di San Pietroburgo

Resti delle pitture originali che imitano i mattoni si possono ancora trovare sui muri della cabina, con le loro finestre sfaccettate insolitamente grandi. Questa tecnica decorativa veniva in genere utilizzata nelle strutture in legno durante i primi anni di esistenza della città. La pittura murale della cabina è l’unico esempio sopravvissuto nel suo genere.

La Casetta di Pietro il Grande è chiamata dai Russi come Domik Petra ed è la prima residenza dello zar Pietro il Grande ai tempi della fondazione di San Pietroburgo

L’alto tetto piramidale è coperto di tegole – piccole assi di legno piatte che imitano le piastrelle. Durante il restauro del 1971-1975, condotto dall’architetto A.E. Gessen, il cosiddetto ornamento “floreale” su infissi e porte, realizzato con colori ad olio, è stato eliminato. Erbe e fiori – rose, rosa canina, menta piperita, fiordalisi e garofani – si intrecciano sullo sfondo nero. Ci sono resti di dipinti su tutte le porte interne della cabina. Il dipinto meglio conservato si trova sulla porta dalla sala da pranzo alla camera da letto, raffigurante un interno di una cattedrale dell’Europa occidentale. Le pareti interne dell’edificio sono ricoperte di tela, come ai tempi di Pietro I.

La Casetta di Pietro il Grande è chiamata dai Russi come Domik Petra ed è la prima residenza dello zar Pietro il Grande ai tempi della fondazione di San Pietroburgo

Le finestre sono vetrate con il vetro “luna” prodotto ai nostri tempi utilizzando la tecnologia dei primi del XVIII secolo. La mostra del museo moderno ha presentato elementi relativi al tempo di Pietro, incluso il memoriale. Tra questi: l’abito in uniforme di stoffa rossa; Lavoro di canna orientale, lanciando le mani di Pietro con l’impressione fatta sull’industria siderurgica di Lipetsk nel 1707, la barca-vereyka, sedia di Pietro I. La moderna mostra del museo comprende oggetti risalenti al tempo di Pietro I, tra cui oggetti commemorativi, come: uniforme di tela rossa, una canna orientale, un modello della mano di Pietro I basato su un’impronta fatta nella fonderia di Lipetsk nel 1707, un wherry, e La poltrona di Peter.

Peter the Great Cabin

Il disegno della casetta combina un’izba, cioè la tradizionale casa di campagna russa tipica del XVII secolo, ed il Barocco olandese amato dallo zar, che in seguito si sarebbe evoluto nel barocco petrino. La casetta in legno di San Pietroburgo copre solo 60 m² ed è divisa in tre stanze: soggiorno, camera da letto e studio.
Ha ampie finestre ornate e un alto tetto a padiglione di tegole in legno.

All’interno, le pareti di legno erano dipinte con olio rosso per assomigliare a mattoni e le stanze furono chiamate “camere rosse” (krasnye choromsty). Non ci sono fuochi o camini, perché doveva essere utilizzata solo nei caldi mesi estivi. Lo Zar ha passato tutte le estati in questa casetta tra il 1703 ed il 1708 mentre Pietro sorvegliava la costruzione della nuova città imperiale e della Fortezza di San Pietro e San Paolo.

La Casetta di Pietro il Grande è chiamata dai Russi come Domik Petra ed è la prima residenza dello zar Pietro il Grande ai tempi della fondazione di San Pietroburgo

Nel 1723 Pietro fece racchiudere la capanna in un padiglione di mattoni rossi, per preservarla dalle intemperie e ordinò che fosse conservata per i posteri in memoria della sua modestia e della costruzione di San Pietroburgo. La protezione in mattoni della casetta fu ristrutturata per ordine di Caterina la Grande nel 1784 e ricostruita da Nicola I negli anni 1840. Nicola I fece anche trasformare la camera da letto in una cappella dedicata a Cristo Redentore.
La casetta di legno si trova perciò dentro la casa di mattoni, come una specie di matrioska.

La Casetta di Pietro il Grande è chiamata dai Russi come Domik Petra ed è la prima residenza dello zar Pietro il Grande ai tempi della fondazione di San Pietroburgo

È considerata un prezioso monumento nazionale. I cimeli in essa contenuti sono stati rimossi e la capanna venne protetta con assi e camuffata durante la seconda Guerra Mondiale. Fu il primo museo di San Pietroburgo a riaprire nel settembre 1944, al termine dell’Assedio di Leningrado. Oggetti personali e domestici di proprietà e usati da Pietro sono ancora visibili all’interno e un busto di Pietro, opera di Parmen Zabello, si erge all’esterno.

La Casetta di Pietro il Grande è chiamata dai Russi come Domik Petra ed è la prima residenza dello zar Pietro il Grande ai tempi della fondazione di San Pietroburgo




DOVE SI TROVA

Dopo un po’ di informazioni vediamo dove si trova la casetta di Pietro il Grande. All’inizio si trovava lungo la riva nord del fiume Neva vicino all’Hermitage. Spostata nel 1711 al numero 6 di Petrovskaja Naberežnaja. In pratica tra la Fortezza di Pietro e Paolo e l’Incrociatore Aurora.

In questo riquadro sopra ti ho messo il punto esatto su google maps, in questo modo puoi salvarlo nelle tue mappe personali.


Qui sopra in questo riquadro potrai avere una panoramica sulla casetta, grazie alla mappa di Yandex.




COME RAGGIUNGERLA

Il modo più semplice come sempre è arrivare in metropolitana. Puoi scendere alla fermata Gorkovskaya sulla linea blu distante solo 1km dalla casetta di Pietro il Grande.
Se non sai come funziona la metropolitana a San Pietroburgo ti consiglio di leggere questo articolo che ti riassume a grandi linee il funzionamento di una delle più profonde metropolitane del mondo.

Nel caso tu invece voglia raggiungere questo edificio religioso con il Taxi, in questo articolo ti spiego come fare per utilizzare l’app Yandex Taxi, l’opzione più economica per prendere un Taxi in Russia.




ORARI E CHIUSURE

La casetta di Pietro il Grande è chiusa durante tutte le feste nazionali. Ovvero il 1 Gennaio, 23 Febbraio, 8 Marzo, durante la Pasqua Ortodossa (varia di anno in anno ed è in date quasi sempre diverse rispetto a quella cristiana), 1 maggio, 9 Maggio, 12 giugno ed il 4 Novembre. Tieni d’occhio il calendario!

La Casetta di Pietro il Grande è chiamata dai Russi come Domik Petra ed è la prima residenza dello zar Pietro il Grande ai tempi della fondazione di San Pietroburgo
A quel tempo, la nuova San Pietroburgo fu descritta come "un mucchio di villaggi collegati tra loro, come alcune piantagioni nelle Indie Occidentali". La data della sua costruzione è oggi considerata la data della fondazione della città perché Pietro da questa abitazione sorvegliava la costruzione della nuova città imperiale e della Fortezza di Pietro e Paolo.
La capanna di tronchi fu costruita in tre giorni nel maggio 1703, dai soldati del Reggimento Semënovskij.
A quel tempo, la nuova San Pietroburgo fu descritta come "un mucchio di villaggi collegati tra loro, come alcune piantagioni nelle Indie Occidentali". La data della sua costruzione è oggi considerata la data della fondazione della città perché Pietro da questa abitazione sorvegliava la costruzione della nuova città imperiale e della Fortezza di Pietro e Paolo.
La capanna di tronchi fu costruita in tre giorni nel maggio 1703, dai soldati del Reggimento Semënovskij.

Gli orari di apertura della Caetta di Pietro il Grande sono quelli riportati sotto, ovvero:

Lunedì: aperto dalle 10:00 alle 18:00
Martedì: CHIUSA
Mercoledì: aperto dalle 10:00 alle 18:00
Giovedì: aperto dalle 13:00 alle 21:00
Venerdì: aperto dalle 10:00 alle 18:00
Sabato: aperto dalle 10:00 alle 18:00
Domenica: aperto dalle 10:00 alle 18:00

La bigiletteria termina la vendita dei biglietti 30 minuti prima della chiusura.




TIPI DI BIGLIETTI




ADULTI

Il costo d’accesso per una persona adulta è di circa 3,70 euro (300 rubli).





BAMBINI E STUDENTI

I bambini fino a sei anni non pagano ed entrano gratis.
I bambini dai 7 ai 18 anni pagano 1,48 euro (120 rubli).




SITO WEB UFFICIALE

Se cerchi altre informazioni o vuoi approfondire ti lascio il link del sito ufficiale http://en.rusmuseum.ru/cabin-of-peter-1/history/


Spero che questa guida ti sia stata utile. Sul mio sito trovi altre guide in merito a San Pietroburgo e sulla Russia. Ciao!

HERMITAGE SAN PIETROBURGO INFO

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: