VIA FRANCIGENA TAPPA 33

VIA FRANCIGENA TAPPA 33 A Zonzo Con Zazzu

In questa tappa 33 della via Francigena proseguirĂČ il cammino iniziato a Lucca i giorni precedenti. Se non hai visto le puntate precedenti di questo mio cammino sulla via Francigena, vai a vederle sul mio canale perchĂ© ti sei perso le migliori tappe della via Francigena in Toscana.

SCORRI TRA LE TAPPE
âŹ…ïžTAPPA 32 – TAPPA 34 âžĄïž

Di seguito ti riassumo quanto fatto e se non lo hai visto vai a vedere il mio video su YouTube sotto. Se non hai visto il video, prova a vederlo e magari mettimi un like al video o se preferisci. 👍 Questo mi aiuterà a crescere. Grazie! 😄

Non fatevi ingannare dalla lunghezza del post. Ci sono tantissime immagini!

L’ultima tappa da Monteriggioni a Siena

Partiamo! La credenziale del pellegrino l’avevo giĂ  acquistata in precedenza all’info point a San Miniato, cittĂ  che dista solo 20 chilometri da casa mia, pagando i 5 euro in contanti. Se non sai cosa Ăš la credenziale, ti invito a leggere questo primo post sulla via Francigena che ti spiega esattamente che cosa Ăš il cammino e tutto ciĂČ che gli ruota attorno in termini di credenziali, timbri e testimonium.




INDICE




VIA FRANCIGENA TAPPA 33




ALTIMETRIA

Altimetria tappa 33 via francigena Monteriggioni Siena San Leonardo al Lago
L’altimetria della tappa 33 della via Francigena da Monteriggioni a Siena




DATI TECNICI


đŸ’Ș DifficoltĂ : Media 🟡🟡🟡
📍 Partenza: Piazza Roma (Monteriggioni)
📍 Arrivo: Piazza del Camp (Siena)
đŸ›Łïž Distanza: 20 chilometri
⏱ Tempo di percorrenza a piedi: 4.30 h
🚰 Quanta acqua portare: 1 litri
↗ Dislivello in salita: 330 m
↘ Dislivello in discesa: 282 m
âŹ†ïž Quota massima: 354 m
Strade pavimentate: 42%
Strade sterrate e carrarecce: 33%
Mulattiere e sentieri: 25%
đŸšŽâ€â™‚ïž CiclabilitĂ : 95%
Come arrivare al punto di partenza: Linea FS Empoli-Siena, stazione Castellina Scalo




PARTENZA DA MONTERIGGIONI

Davvero un peccato lasciare Monteriggioni. La notte trascorsa qui Ăš stata bellissima e molto emozionante. Avevo sentito parlare da amici che i pellegrini non erano ben voluti a Monteriggioni. Mi avevano parlavano del fatto che a Monteriggioni solitamente c’ù piĂč un turismo di Ă©lite cioĂš di persone che viaggiano e spendono molti soldi per dormire nel castello, dove le camere si prenotano a 70 euro a notte ma devo ammettere che non ho notato questa freddezza.

Partenza da Monteriggioni della tappa numero 33
Via Francigena Tappa 33 Partenza da Monteriggioni

Attraversiamo io e mio padre piazza Roma ed i bar stanno aprendo proprio adesso. Lasciamo il castello passando da porta Romea o porta Franca e ci lasciamo alle spalle le bellissime mura e le bellissime torri.

Via Francigena tappa 33 Siena Monteriggioni
Via Francigena Tappa 33 Monteriggioni da lontano sopra le colline

Il sentiero passa di fianco ad un parcheggio per poi immettersi in un sentiero che sbuca sulla strada asfaltata davanti ad una scuola. Si attraversa la via Cassia Nord e si prosegue in salita su un bellissimo sentiero bianco che ci porta su bellissimi ulivi e alberi.

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫




VERSO CERBAIA

La strada si fa bella ripida ed in salita. Poco prima di deviare verso il bosco, giratevi per vedere Monteriggioni da lontano. Molto fotogenico da questa prospettiva.

via francigena tappa 33 Siena Monteriggioni
Via Francigena Tappa 33 Il sentiero dopo Monteriggioni

La strada prosegue sotto al bosco e si costeggiano diverse case di Campagna con Cavalli, Maiali, Galline e qualche Capretta.

via francigena tappa 33 Siena Monteriggioni
Via Francigena Tappa 33 il tratto nel bosco prima del castello della Chiocciola

Si prosegue sul sentiero bianco arrivando a costeggiare il bosco, sfiorando Bracciano. La strada svolta a destra (attenzione a non distrarvi) e prosegue verso Cerbaia arrivando fino ad una localitĂ  chiamata Casavecchia. Qui si attraversa una strada asfaltata e si arriva al Castello della Chiocciola.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 L’area attorno al castello della Chiocciola

Attenzione. Qui al Castello della Chiocciola c’ù un signore che non gradisce i pellegrini. Assieme ai ragazzi di Gessate abbiamo provato a fare delle foto appoggiandoci al muretto. Dopo nemmeno 3 minuti Ăš uscito un uomo che ci ha minacciato di chiamare i Carabinieri perchĂ© avevamo “invaso” la sua proprietĂ  privata. Addirittura, Ăš uscito di casa a corsa senza scarpe e senza calzini per venircelo a dire. In modo molto affannoso continuava a parlare ed a chiederci di toglierci di torno. Ovviamente la cosa l’ho giĂ  segnalata ai responsabili della via Francigena (forse anche ai carabinieri? forse!) e come potete vedere dalle recensioni su Google Maps qui sotto, (recensione del 2018)

VIA FRANCIGENA TAPPA 33 A Zonzo Con Zazzu
La recensione su Google Maps

non sono stato il primo e non sarĂČ penso l’ultimo ad avere la stessa tipologia di esperienza con tale personaggio. Occhio ragazzi mi raccomando.

Dopo questa breve ma intensa esperienza non ci facciamo abbattere ed arriviamo dopo poche decine di metri al punto sosta “La Villa”. In questo posto, volendo, si puĂČ fare sosta perchĂ© c’ù una fontana e se suoni il campanello, il gentilissimo Marcello (il proprietario molto piĂč gentile di quello del castello della Chiocciola) verrĂ  ad aprire la porta offrendovi da bere e da mangiare. Ovviamente Ăš a donativo, cioĂš si puĂČ dare qualcosa in cambio di questo servizio.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 il punto sosta con i bidoni

Noterai sicuramente il posto perché dopo il castello della Chiocciola appariranno dei bidoni tutti colorati e dei tavoli e sedie fatti di legno. Vedi tu se fermarti o meno.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 il punto sosta con le panchine ed i tavolini

Noi avevamo gamba e abbiamo deciso di proseguire. Da questo punto esatto, abbiamo percorso giĂ  8 chilometri e siamo quasi a metĂ  della tappa numero 33 di questa via Francigena! Fantastico.

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫




PIAN DEL LAGO

Una volta lasciato il punto sosta la Villa, il sentiero bianco incrocia l’asfalto. La piana che vedete tutta attorno a voi si chiama Pian del Lago, dove un tempo sorgeva un bellissimo lago ormai svuotato dei canali artificiali.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 la strada asfaltata prima dell’eremo di San Leonardo al Lago

Devi percorrere un pezzo di asfalto costeggiando la carreggiata delle auto per un paio di chilometri circa per poi svoltare a sinistra, proseguendo sempre su asfalto, e poi di nuovo verso sinistra stavolta percorrendo un sentiero bianco. Semplice da vedere perchĂ©, appena la strada inizierĂ  a salire dentro una serie di alberi, dopo pochi metri parte il sentiero bianco che arriva fino all’eremo di San Leonardo al Lago.




L’INCONTRO INATTESO

Poco prima di entrare dentro al sentiero bianco che gira a sinistra verso l’eremo di San Leonardo al Lago, faccio un incontro casuale.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 Il professor Fausto Landi

Un signore con un libro in mano esce da un sentiero secondario dentro la boscaglia. Chiedo informazioni in merito alla strada e quanto mancava all’eremo. Dalle risposte capisco subito che il professore Fausto Landi, il signore che ho incrociato, ne sapeva di informazioni e si percepiva che era stato una guida turistica del territorio.

Scopro alla fine che ha scritto dei libri sul suo paese chiamato Santa Colomba che sorge sulla collina proprio sopra la strada asfaltata che stiamo facendo e qualche altro libro su Monteriggioni. Mi fa una spiegazione enorme su tutto il territorio, su Pian del Lago e su come fosse stato bonificato, sull’Eremo di San Leonardo al Lago, sul Canale del Granduca e sulla Piramide che troveremo piĂč avanti.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 Pian del Lago

Sul video su Youtube ho messo veramente solo una piccola parte riassuntiva ma giuro che sono stati quasi dieci minuti pieni di spiegazioni e storie dove sono rimasto a bocca aperta. Se hai pazienza, leggerai tutte le storie piĂč avanti.

Insomma ringraziando per aver arricchito la mia giornata con la sua presenza, saluto il professore e proseguo con i ragazzi di Gessate sul sentiero bianco.

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫




EREMO DI SAN LEONARDO AL LAGO

Dopo aver imboccato il sentiero bianco dopo poche centinaia di metri arrivo in prossimitĂ  di un bivio. La strada devia a destra e arriva in salita fino all’eremo di San Leonardo al Lago. Ti consiglio di fare la deviazione di soli 600 metri perchĂ© vale veramente l’esperienza.

La strada poi dopo l’Eremo taglia e si ricongiunge alla tappa 33 della via Francigena, senza troppa fatica in piĂč.

via francigena tappa 33 Siena Monteriggioni
Via Francigena Tappa 33 L’eremo

L’Eremo sorge su una collina che domina tutto Pian del Lago ma che non possiamo ammirare da qua in alto per via dei grandi querce e lecci che lo avvolgono. Da lontano infatti l’eremo non si nota molto facilmente.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 Pian Del Lago

Per entrare dentro l’Eremo si deve suonare il campanello a fianco del piccolo cancello all’ingresso. Il Custode vi verrà ad aprire e vi farà vedere, il refettorio, il cortile col pozzo e la bellissima Chiesa. L’ingresso ù gratuito ma vi verrà consegnato comunque un biglietto per registrare gli ingressi.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 Dentro l’eremo

L’orario d’ingresso ù dal martedì alla domenica dalle 9:30 alle 15:30. Potrebbe variare nel corso degli anni futuri, nel caso andate a vedere su google maps e segnalatemi eventuali variazioni.




LA STORIA

Le prime notizie certe che testimoniano la presenza di una comunitĂ  eremita, in questo posto, risalgono all’anno 1112, ma la sua esistenza sembra risalire ad un’epoca precedente al XII secolo. Nel 1239 l’eremo passĂČ agli Agostiniani e nel 1250, con una bolla papale, fu unito a quello vicino e piĂč noto di San Salvatore di Lecceto. La presenza di notevoli personalitĂ  religiose locali, tra cui il beato Agostino Novello, che vi trascorse gli ultimi anni della sua vita e vi morĂŹ nel 1309, contribuĂŹ a trasformare San Leonardo in meta di pellegrinaggio.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 l’eremo dall’alto

L’Eremo di San Leonardo al Lago, conobbe un periodo di grande prosperitĂ  grazie alle donazioni di terre e alle offerte dei devoti, nonchĂ© al diretto intervento di istituzioni pubbliche, come l’Ospedale di Santa Maria della Scala e la Repubblica di Siena, che ne promossero il rinnovamento.

I resti della cinta muraria e due torri, una rotonda e una quadrata, attestano che nel 1366 l’eremo fu fortificato per accogliere le vicine popolazioni di Santa Colomba in periodo di guerra.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 Le mura attorno all’eremo

Lo sviluppo architettonico del complesso monastico risente dell’adesione dei primi eremiti all’ordine agostiniano: a pianta quadrangolare con edifici articolati attorno al chiostro.




IL REFETTORIO

Nel locale al pian terreno, di fianco alla Chiesa, sorge un locale che era originariamente destinato a refettorio. Una volta entrato rimarrai abbagliato dall’affresco che si trova su tutta la parete. La bellissima raffigurazione della Crocifissione ù di Giovanni di Paolo nel suo periodo giovanile, intorno al 1445.

via francigena tappa 33 Siena Monteriggioni
Via Francigena Tappa 33 il refettorio

Il vecchio proprietario purtroppo ha demolito parte dell’affresco per costruirci un soppalco. Dopo che questi locali sono passati in mano di nuovo al comune, si sono fatti i lavori di restauro per salvaguardare l’affresco e renderlo accettabile. Rimane perĂČ una grande striscia bianca dove appunto era presente il soppalco.

via francigena tappa 33 Siena Monteriggioni
Via Francigena Tappa 33 refettorio

L’opera comunque rimane stupenda e con l’immaginazione possiamo completare l’affresco una volta davanti.

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫




LA CHIESA

Elemento di spicco dell’Eremo ù la bella chiesa a navata unica interamente realizzata in pietra e mirabilmente conservata nella semplicità delle sue linee medievali.

via francigena tappa 33 Siena Monteriggioni
Via Francigena Tappa 33 la chiesa di San Leonardo al Lago

Nel Trecento fu ampliata la primitiva chiesetta romanica e realizzata la nuova chiesa gotica a navata unica, suddivisa in tre campate e abside rettangolare.

VIA FRANCIGENA TAPPA 33 A Zonzo Con Zazzu
Via Francigena Tappa 33 la chiesa di San Leonardo al Lago

La chiesa Ăš stata oggetto di pesanti interventi decorativi di gusto neogotico. Nella zona absidale si conservano affreschi di Lippo Vanni, raffiguranti Storie della vita della Vergine, angeli e santi, databili tra il 1360 e il 1370.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 la chiesa di San Leonardo al Lago

Impressionante come l’artista abbia sfruttato l’architettura della finestra per metterla in prospettiva con il dipinto. Si tratta infatti di una delle prime realizzazioni di questo tipo da cui poi hanno preso spunto altri grandi artisti. Una novità all’epoca che in molti hanno poi copiato e riusato nei secoli a venire.

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫




ULTIMA SOSTA PRIMA DI SIENA

Terminata la visita all’Eremo, anzichĂ© rifare la strada che avevamo fatto, tagliamo dal sentiero che parte dietro la chiesa sotto al bosco per arrivare a ricongiungerci al sentiero della tappa numero 33 della via Francigena.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 la panchina

Esattamente all’intersezione di queste due strade troviamo una panchina ed una fontanella. Visto che era quasi ora di pranzo ci fermiamo ed iniziamo a mangiarci i panini che ci eravamo preparati il giorno prima a Monteriggioni.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 la fontanella

Ovviamente con mio padre e gli altri pellegrini di Gessate. Non dimenticate di fare il pieno di acqua qui mi raccomando! Sarà forse l’unica fontanella che troverete per i prossimi chilometri.

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫




LA PIRAMIDE

Finito il pranzo ed alleggerito lo zaino, la strada prosegue in leggera discesa verso la pianura ed Ăš dopo nemmeno un chilometro che incrociamo la Piramide che mi aveva segnalato il professore Fausto Landi.

via francigena tappa 33 Siena Monteriggioni
Via Francigena Tappa 33 la piramide

Questa struttura che in realtĂ  Ăš piĂč un obelisco, ricorda la settecentesca bonifica dell’area sottostante chiamata Pian del Lago.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 la descrizione del canale

Questa enorme opera idraulica fatta, inizialmente da un senese di nome Francesco Sergardi Bindi, dove vi spese gran parte della sua fortuna. Fu poi portata a termine dal Granduca Leopoldo che se ne prese tutto il merito. Il povero Bindi cadde nel dimenticatoio ma fu lui a fare la maggior parte del lavoro e degli sforzi economici.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 la cartina del canale

Questa Piramide segna anche l’inizio del canale del Granduca, un tunnel di circa due chilometri perfettamente conservato e ancora agibile, che servì per permettere il deflusso delle acque.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 la targa del canale del granduca

Sulla tabella descrittiva Ăš riassunta la storia della piramide e del canale. Potete leggerla quando ci arriverete.

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫




IL CANALE DEL GRANDUCA

Esattamente sotto alla piramide, dietro la staccionata di legno, si puĂČ scendere al livello del tunnel percorrendo degli scalini creati tra le radici di un albero.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 dove si scende per arrivare al canale

Questo antico Tunnel seminascosto chiamato il Canale del Granduca, ù un luogo quasi magico che dimostra tutto l’ingegno dei costruttori del passato. I lavori per il Tunnel del Granduca furono iniziati nel 1766, come scritto dalla targa posta sull’arco dell’ingresso e si conclusero nel 1781. In parte ù stato costruito in muratura ed in parte scavato della pietra.

VIA FRANCIGENA TAPPA 33 A Zonzo Con Zazzu
Via Francigena Tappa 33 l’inizio del tunnel

Ho percorso solo poche decide di metri del tunnel e la temperatura di colpo si Ăš abbassata di dieci gradi . Anche in estate, se volete percorrerlo, vi conviene portarvi una felpa, una torcia ed un impermeabile perchĂ© dal soffitto le gocce vi bagneranno la testa. L’acqua del canale difficilmente supera i dieci centimetri di altezza ma la galleria Ăš larga e alta abbastanza da poter essere comodamente percorsa da tre uomini uno di fianco all’altro.

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫




ULTIMI CHILOMETRI VERSO SIENA

Dopo la priamide la strada si fa in leggera salita per 600 metri fino ad incrociare una strada asfaltata.

via francigena tappa 33 Siena Monteriggioni
Via Francigena Tappa 33 il babbo stanco

Attraversiamo sulle strisce pedonali e troviamo di nuovo il sentiero che parte dentro alla boscaglia. Qui il masso bianco con le scritte rosse ci dice che mancano circa 8 chilometri a Siena. Mio padre faceva il citrullo pensando di essere giĂ  arrivato a Siena.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 ultimo pezzo nel bosco

Il sentiero prosegue dentro un bosco per un chilometro e mezzo circa fino a sfociare di fianco ad un cimitero. Da qui la tappa numero 33 della via Francigena si prosegue solo su asfalto e finisce il sentiero in sicurezza. Almeno cosĂŹ Ăš scritto sul cartello. In realtĂ  passano poche macchine quindi si puĂČ stare tranquilli sul ciglio della strada. Al cimitero mancano solo sei chilometri a Piazza del Campo e cinque a porta Camollia.

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 le vigne in salita per Siena

Dopo il cimitero, la salita ù bella ripida. Io e mio padre l’abbiamo fatta tutta d’un fiato. La strada dopo la salita gira a destra e prosegue in discesa passando sotto alla tangenziale Ovest di Siena. Dopo il passaggio sotto al ponte ci appare il cartello Siena. Anche Francesco, che vedere in foto con la maglia Gialla, non credeva ai suoi occhi. Che gioia!

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 il cartello

L’adrenalina e l’euforia ci fa spingere sull’acceleratore per questi ultimi quattro chilometri. La strada asfaltata incrementa la sua pendenza ma noi non molliamo e tiriamo avanti a testa bassa. Non si molla di una virgola. L’adrenalina dell’ormai prossimo arrivo a Siena non ci fa piĂč sentire nessun dolore!

Via Francigena Tappa 33
Via Francigena Tappa 33 ultima salita

Arrivati ad una rotonda si prosegue dritti verso via Cammillo Benso di Cavour e poi per Viale Vittorio Emanuele Secondo, fino alla bellissima porta Camollia. Qui, iniziamo a respirare il profumo di Siena, manca l’ultimo chilometro dai!




PIAZZA DEL CAMPO

L’ultimo chilometro nemmeno l’ho sentito. Le gambe andavano da sole. Attraversiamo l’arco che mi porta in Piazza Campo ed il tempo di esultare e crollo a terra esausto. Rimaniamo babbo, io e Francesco in attesa degli altri pellegrini di Gessate.

La foto di rito una volta tutti assieme non poteva certo mancare mancare. ringrazio tutti quelli che ho trovato fino a qui sul cammino, che mi hanno incitato, supportato e rasserenato nei miei piccoli momenti di sbandamento e di stanchezza. Grazie al fantastico gruppo di Gessate che ci ha annesso al loro gruppo di cammino.

via francigena tappa 33 Siena Monteriggioni
Via Francigena Tappa 33 l’arrivo in piazza del Campo

Subito dopo l’arrivo a Siena, dobbiamo correre per tornare a casa in treno. Domani devo rientrare a lavoro ed il treno non mi aspetta. A proposito di treni e Francigena: ricorda che i pellegrini che hanno la credenziale hanno diritto ad uno sconto sconto sui treni Regionali. Trovi tutto nella sezione dedicata agli sconti qui in questa pagina del sito della via francigena sempre aggiornato. Quando l’ho fatto io avevo il 10% di sconto sul costo del biglietto regionale. In futuro cambierà per questo ù meglio se visiti il link sopra.

via francigena tappa 33 Siena Monteriggioni
Via Francigena Tappa 33 l’arrivo in gruppo

Ovviamente, chi mia ha seguito su Facebook o su Instagram, saprĂ  che la mia Via Francigena non Ăš finita qui a Siena sulla tappa 33 ma si Ăš conclusa a Roma. PercorrerĂČ tutta la tratta da Siena a Roma vari mesi dopo. Iscriviti ai miei social per non perderti le prossime tappe!

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫




DOVE DORMIRE E DOVE MANGIARE

Potrei darvi tantissime indicazioni su dove dormire e dove mangiare ma come sapere questi posti dove pernottare o dove fare ristoro sono in continua evoluzione e in continuo cambiamento. Ho trovato molti luoghi dopo Siena chiusi dopo la pandemia e che non hanno mai piĂč riaperto. Per cui vi rimando direttamente al sito ufficiale in questa pagina dove terranno costantemente aggiornati gli ostelli, i ristoranti, gli alberghi e tanto altro. In questo modo sono sicuro di darvi informazioni aggiornate sempre e non rischiare di farvi perdere del tempo telefonando a strutture chiuse.

Ricordati di vedere anche il video di questa tappa della Via Francigena. Ti rimetto il video sotto e di sostenermi, con l’iscrizione ai miei vari social, Instagram o Youtube se hai trovato info utili e se ti ù piaciuto qualcosa in generale. Ci metto passione, cuore e tempo libero. Grazie se vorrai sostenermi. Non perderti la prossima tappa! Ciao

L’ultima tappa da Monteriggioni a Siena

Vi ringrazio se siete rimasti con me fino ad ultimo se vi Ăš piaciuta questa tappa numero 33 della via Francigena, lasciami un like oppure iscriviti per non perdere i miei prossimi video. Alla prossima ciao e buon cammino!

SCORRI TRA LE TAPPE
âŹ…ïžTAPPA 32 – TAPPA 34 âžĄïž

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫

Se hai dubbi o domande non esitare a contattarmi tramite i miei canali social sotto. ciao!


HERMITAGE SAN PIETROBURGO INFO

3 commenti su “VIA FRANCIGENA TAPPA 33

  1. Pingback: 📌VIA FRANCIGENA TAPPA 34 SIENA PONTE D'ARBIA

  2. Pingback: 📌 VIDEO VIA FRANCIGENA 2022

  3. Pingback: 📌 VIA FRANCIGENA TAPPA 32 SAN GIMIGNANO MONTERIGGIONI

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: