VIA FRANCIGENA TAPPA 36

VIA FRANCIGENA TAPPA 36 A Zonzo Con Zazzu

In questa tappa 36 della via Francigena proseguirĂČ il cammino iniziato a Lucca i giorni precedenti. Se non hai visto le puntate precedenti di questo mio cammino sulla via Francigena, vai a vederle sul mio canale perchĂ© ti sei perso le migliori tappe della via Francigena in Toscana.

SCORRI TRA LE TAPPE
âŹ…ïžTAPPA 35 – TAPPA 37 âžĄïž

Di seguito ti riassumo quanto fatto e se non lo hai visto vai a vedere il mio video su YouTube qui sotto e se ti piace lasciami un “mi piace”. 👍 Questo mi aiuterĂ  a crescere ed a far conoscere questi video a piĂč persone. Grazie! 😄

Non fatevi ingannare dalla lunghezza del post. Ci sono tantissime immagini!

Partiamo! La credenziale del pellegrino l’avevo giĂ  acquistata in precedenza all’info point a San Miniato, cittĂ  che dista solo 20 chilometri da casa mia, pagando i 5 euro in contanti. Se non sai cosa Ăš la credenziale, ti invito a leggere questo primo post sulla via Francigena che ti spiega esattamente che cosa Ăš il cammino e tutto ciĂČ che gli ruota attorno in termini di credenziali, timbri e testimonium.




INDICE




VIA FRANCIGENA TAPPA 36




ALTIMETRIA

L'altimetria della tappa 36 della via Francigena da San Quirico D'Orcia a Radicofani
L’altimetria della tappa 36 della via Francigena da San Quirico D’Orcia a Radicofani




DATI TECNICI


đŸ’Ș DifficoltĂ : Impegnativa 🔮🔮🔮
📍 Partenza: Collegiata SS. Quirico e Giulitta (S. Quirico D’Orcia)
📍 Arrivo: San Pietro (Radicofani)
đŸ›Łïž Distanza: 33 chilometri
⏱ Tempo di percorrenza a piedi: 7.30 h
🚰 Quanta acqua portare: 1 litro
↗ Dislivello in salita: 908 m
↘ Dislivello in discesa: 532 m
âŹ†ïž Quota massima: 790 m
Strade pavimentate: 41%
Strade sterrate e carrarecce: 57%
Mulattiere e sentieri: 2%
đŸšŽâ€â™‚ïž CiclabilitĂ : 99%
Come arrivare al punto di partenza: dalle stazioni FS di Siena o Buonconvento linea autobus 112




SAN QUIRICO D’ORCIA

Eccoci di nuovo in un’altra giornata sulla Via Francigena. Oggi il programma della tappa 36 prevede la partenza da San Quirico d’Orcia e l’arrivo a Radicofani.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Avevo una faccia stamattina come si puĂČ vedere dalle foto.

VIA FRANCIGENA TAPPA 36 A Zonzo Con Zazzu
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Il percorso di oggi Ăš segnato come difficile perchĂ© dovrĂČ percorrere ben 32 km e con parecchi salita, raggiungerĂČ infatti quasi gli 800 metri sul livello del mare. Come acqua oggi un 1 litro sarĂ  piĂč che sufficiente essendoci molte fontanelle e punti di ristoro lungo il percorso. Ma questo lo vedremo piĂč avanti nel post.




PARTENZA

La partenza Ăš molto bella perchĂ© San Quirico nel silenzio delle sei di mattina Ăš veramente bella. Il borgo con le lanterne accese Ăš spettacolare. Se ci fate case nel video ho ripreso anche l’attimo in cui tutte le luci del paese si spengono in contemporanea.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Stamattina si Ăš unito a noi Remi, il ragazzo francese che era con noi a cena ieri sera. Quindi in totale stamattina siamo quattro: io, Manuela, Davide ed appunto Remi.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

La via Francigena dalla Pieve passa da Via Dante Alighieri attraversando tutto il Borgo fino alla porta Ferrea. Qui il percorso gira a destra e costeggia le abitazioni fuori dalle mura. Per un chilometro e mezzo circa saremo su asfalto per poi prendere una strada bianca.

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫




VIGNONI ALTO

Dopo meno di 4 chilometri siamo giĂ  a Vignoni alto.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

SarĂ  che il bel panorama che ci circondava ci ha fatto letteralmente volare questi chilometri iniziali e personalmente sono rimasto stupito di aver giĂ  fatto 4 chilometri. Bellissimo borgo di origine medievale, con la sua torre e la chiesa di San Biagio. Bagno Vignoni Ăš piccolissima e adagiata sulla collina.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

La leggera nebbia mattutina ha reso tutto ancora piĂč bello e quasi magico. Da lontano si nota anche Castiglion D’Orcia, attorno al quale gireremo per tutta la parte iniziale della tappa di oggi.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

La strada del borgo ti mette sulla sinistra la Chiesa di San Biagio, per poi farti passare sotto ad un bellissimo arco. Prepara le macchine fotografiche perchĂ© qui si nasconde una vista magnifica sulla Val d’Orcia. Attenzione a non farti distrarre troppo dal bellissimo panorama perchĂ© sotto la torre e la cinta murario c’ù una fontanella. Io l’ho usata per bagnarmi il viso e le braccia. C’era un’umiditĂ  pazzesca quella mattina.




BAGNO VIGNONI

Dopo Vignoni Alto c’ù l’unica discesa lunga ed impegnativa di questa tappa che, passando per una strada stretta alla fine del giardino pubblico, ti porta sulla piazza centrale di Bagno Vignoni.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Bagno Vignoni sembra un luogo magico, forse perché ha una struttura unica al mondo. Il borgo, infatti, si sviluppa attorno alla vasca termale principale e la piazza prende ha il nome proprio di Piazza delle Sorgenti.




LE TERME

L’acqua delle terme di Bagno Vignoni ù ricca di minerali ed elementi benefici che nascono nel sottosuolo a 1000 mt di profondità. Quest’acqua calda fuoriesce da diverse sorgenti ad una temperatura di 52°C.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Alcune sorgenti sono poste direttamente nella vasca Centrale di Piazza delle Sorgenti mentre altre vanno direttamente negli stabilimenti termali.




LE ACQUE

La loro particolare composizione ù particolarmente indicata nel trattamento di patologie dermatologiche e soprattutto per disturbi dell’apparato scheletrico e muscolare.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Le acque poi si dirigono verso la ripida scarpata del Parco naturale di Mulini, dove ci sono quattro mulini medievali scavati nella roccia e che furono importanti nell’economia locale perchĂ© erano gli unici della zona che funzionavano anche in estate quando tutti gli altri mulini erano fermi a causa dei fiumi in secca.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36




STORIA

Queste terme erano già famose fin dall’epoca degli etruschi e poi dei romani come testimoniano i numerosi reperti archeologici ritrovati in questa zona. In queste acque si sono bagnati personaggi illustri come Caterina da Siena e Lorenzo De Medici e tanti altri artisti del medioevo si fermavano per passare le vacanze qui o semplicemente per rilassarsi lontano dalle città.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Pensate che gli abitati di Bagno Vignoni dai dati censiti nei primi anni 2000 erano soltanto 30.




VIETATO BAGNARSI

Non si puĂČ fare il bagno nella piazza delle Sorgenti, Ăš vietato quindi non tuffatevi perchĂ© rischiate una multa molto salata. Se vuoi fare un bagno hai tre possibilitĂ .

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

La prima Ăš che puoi andare nei centri termali a pagamento ma alcuni sono gratuiti, dove puoi rilassarti in silenzio ed in totale armonia. La gente presente al bar sembrava rilassatissima.

La seconda Ăš sfruttare, come ha fatto Pino, la cascata di acqua calda del parco dei Mulini, stando attenti ovviamente a non scivolare.

La terza Ăš scendere sotto alla cascata del Parco dei Mulini dove sono presenti pozze di acque, molto meno calde ma comunque sempre ottime per farsi un bagno e sfruttare gli effetti benefici dei minerali presenti in queste acque.




COLAZIONE

Prima di scendere da Bagno Vignoni abbiamo fatto una super colazione al bar ed onestamente, vedendo la zona, mi sarei aspettato di pagare molto di piĂč un cornetto ed un caffĂš ma invece i prezzi erano quelli dei classici bar cittadini. Bene per noi pellegrini. Attorno alla piazza ovviamente ci sono alberghi, spa, centri termali alcuni gratuiti, bar, negozi e molto altro.




VERSO RADICOFANI

Ci vorrebbe proprio un bel bagno caldo e rilassante qui a Bagno Vignoni ma poi chi se li fa altri 25 km fino a Radicofani. Questo Ăš quello che pensavo. Infatti, nelle pozze sotto la cascata RemĂŹ si Ăš tuffato. Quindi gli sono andato dietro e mi sono tuffato pure io.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Mettiamo in mostra la nostra abbronzatura da pellegrino e dopo una mezz’ora ripartiamo e riprendiamo il percorso della tappa. Per andare alle pozze, infatti, si deve deviare di poco dal percorso di questa tappa numero 36 della via Francigena.




CASTIGLIONE D’ORCIA

La passerella pedonale quando sono passato io era chiusa perché pericolante. Noi siamo dovuti passare dalla strada asfaltata parallela che poi dopo si ricongiunge alla strada della via Francigena.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Il tratto di strada prosegue e chi vuole puĂČ allungare il percorso di circa 3 km ed andare eventualmente a vedere il paese di Castiglione d’Orcia, dove nel mezzo al borgo, svetta imponente il Castello Aldobrandesco e la Rocca di Tentennano.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Ci sarebbe anche il Castello di Ripa d’Orcia che Ăš bellissimo ma la deviazione Ăš troppo lunga da fare oggi perchĂ© la strada da fare Ăš tanta.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36




VAL D’ORCIA

Il percorso della Francigena costeggia in alcuni tratti la via Cassia su asfalto per poi arrivare su dei sentieri bianchi. Siamo nel bel mezzo della Val d’Orcia, attorno a noi il nulla.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Quando la strada sul sentiero bianco vi farà girare a gomito verso sinistra, poso dopo c’ù un punto sosta con Acqua. L’acqua che fuoriesce dalla fontana arriva direttamente dal monte Amiata che vedete sullo sfondo.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

L’agriturismo che ù dietro la fontanella vi dà la possibilità di sedervi e riposare al fresco. Io ne ho approfittato per immergere i piedi le parte delle gambe dentro al secchio per rinfrescare i miei arti inferiori.

VIA FRANCIGENA TAPPA 36 A Zonzo Con Zazzu
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Lo stesso ha fatto Manuela e Remi arrivando a definirlo come orgasmo, visto che l’acqua con questo caldo sembrava ancora piĂč fresca di quanto lo fosse in realtĂ . Qui conosciamo anche Sara ed Ottavio, due pellegrini veneti.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Abbiamo provato a chiede dei pomodori a quelli dell’agriturismo e non ci hanno detto di no. Manuela da brava cuoca ha scelto i migliori. RemĂŹ, infatti, aveva anche del pane che ci saremo mangiati piĂč avanti. Oggi, infatti, visto la lunghezza della tappa non ci fermiamo da nessuna parte a pranzo.




LE BRICCOLE

Dopo aver fatto diversi chilometri di salita sia su asfalto e sia su strada bianca, passiamo per Le Briccole ed un antico ospedale e stazione citata anche da Sigerico come Abricula.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

La località rappresentava la XI tappa del viaggio dell’arcivescovo di Canterbury.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Il 17 settembre dell’anno 1079 nel borgo di Bricole si fermĂČ la contessa Matilde di Canossa reduce da Roma. Nel medioevo, infatti, era un ospizio per i pellegrini ed i viaggiatori lungo la via francigena, dedicato a San Pellegrino, appartenuto in origine ai monaci Camaldolensi di Vivo d’Orcia e successivamente dipendente dalla Badia di San Pietro in Campo.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Qua Ăš presente anche la Chiesa di San Pellegrino. Peccato che sia totalmente abbandonata., potrebbe essere un notevole punto dove creare un bellissimo Ostello.




GUADI DEL FIUME

Prima e dopo l’ospitale bisogna fare attenzione ai guadi, tre consecutivi, di cui il primo puĂČ essere impegnativo in caso di forti pioggia.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Quindi occhio.




GALLINA

Ci fermiamo al fresco sotto ad un albero, pranziamo e Davide decide di staccarsi dal gruppo perché il dolore ai piedi non lo facevano camminare veloce come noi.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Manuela le consegna cosĂŹ i bastoncini da trekking, in modo da facilitargli la camminata anche in salita. La strada era ancora tanta da fare per raggiungere Radicofani e Davide camminava molto lentamente causa dolore al piede. La strada poi prosegue dritta verso Gallina ed il suo centro abitato.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Da qui inizia il bellissimo percorso sul crinale di alcune colline che ti regalano panorami mozzafiato sulla Val d’Orcia. Speravo almeno di sentire un po’ di vento sopra i crinali ma Ăš un caldo bestiale. Le strade sembrano non finire mai se non fosse per il caldo sarebbe perfetto. A Gallina volendo si puĂČ fare sosta come hanno fatto i due signori veneti che avevamo incrociato alla fontanella.
Dopo Gallina percorriamo un pezzo di strada asfaltata fino ad un incrocio sulla Cassia.




BIVIO

Il bivio poco prima della Cassia, ti fa scegliere se svoltare a destra, allungando il percorso di qualche chilometro passando per altre cittĂ  oppure ti fa proseguire a sinistra per il sentiero verso Radicofani.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Attraversiamo l’incrocio sulla Cassia, costeggiamo il fiume Formone fino al bivio sul Ponte. Qui non si deve percorre il ponte (non fate come me!) ma girare a sinistra e tornare a costeggiare il fiume passando sotto al ponte.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Qui inizia la salita piĂč dura della tappa di oggi, si costeggia un agriturismo dove ci rifermiamo per rinfrescarci.




SALITA RIPIDA

La salita piĂč tosta Ăš dopo quest’ultimo agriturismo, molto ripida ed impegnativa perchĂ© sui sassi.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

La strada sembra spianare all’ingresso della strada asfaltata ma ù solo una percezione. La tappa numero 36 via Francigena prosegue costeggiando la strada asfaltata in salita.




ZAZZU IN CRISI

Qui entro in crisi. Delle fitte sotto al piede destro mi fanno rallentare. Dico a RemĂŹ e Manuela di proseguire e di non aspettarmi.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Mi fermo a delle panchine lungo la strada asfaltata, dove volendo c’ù anche una fontanella. Inizio a pensare di non farcela. Avevo dolore ai pedi ed alle spalle. La testa non era piĂč collegata con le gambe in quel momento. Dovevo trovare una motivazione alla svelta. Prendo del miele in bustina mono dose sperando che riesca a darmi energia in modo veloce.

VIA FRANCIGENA TAPPA 36 A Zonzo Con Zazzu
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Mi arriva una chiamata sul cellulare. Era Pino che mi chiedeva come stavo e dove ero. Gli spiego la mia situazione. Pino scherzando mi racconta che mi ha giĂ  fatto pubblicitĂ  a Radicofani. Ha detto ai ragazzi dell’ostello che sta arrivando un noto blogger, molto famoso e bravo. Enfatizzando su tutto per farmi sorridere e riconnettere la testa con le gambe. Ecco la motivazione che cercavo. Da qui si capisce la figura di Pino nel nostro cammino e perchĂ© lo chiamavamo affettuosamente Don Pino.

VIA FRANCIGENA TAPPA 36 A Zonzo Con Zazzu
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Insomma, riprendo a camminare ed a registrare il video col telefono sperando che il tempo mi passi piĂč in fretta parlando con lo smartphone. Arrivo sotto la Rocca di Radicofani e la strada non sembra mai finire. Il bello Ăš che una volta sotto la rocca la strada asfaltata le gira attorno per quasi 180 gradi.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Il cartello dell’ingresso in Radicofani mi ricorda che siamo sopra gli 800 metri sul livello del mare. Finalmente entro in paese dopo l’ultima salita impegnativa.




RADICOFANI

Attraverso tutto il borgo ed arrivo fino a Piazza Ghino di Tacco, la passo fino ad uscire dall’arco delle vecchie mura. qui si trova il centro accoglienza dei pellegrini.

VIA FRANCIGENA TAPPA 36 A Zonzo Con Zazzu
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Manuela e RemĂŹ erano giĂ  a timbrare le credenziali.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Stasera siamo all’ostello Radicofani. qui vi lascio il sito https://ostelloradicofani.it e l’e-mail prenotazioni@ostelloradicofani.it nel caso vuoi approfondire o prenotare. Sul sito c’ù anche il cellulare. Molto molto bello e ben gestito dai ragazzi che ho incontrato in quei giorni.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

La struttura ù molto pulita e nuova. L’ostello ù convenzionato con il ristorante “Al
 Tocco” e con 15 euro avete il menu del pellegrino che consiste in due portate a scelta con vino della casa compreso.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Visto che non Ăš stato piĂč citato, Davide Ăš arrivato sano e salvo dopo di noi. Niente paura. Nel suo caso vale il motto chi va sano va sano e va lontano.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Qui al check-in ho ritrovato tutti, Giuseppe, Pino, Cristiano e altri ragazzi che non amavano troppo apparire sui social ma che ringrazio per quello che mi hanno trasmesso in quei giorni. Alcuni li troverete nei video piĂč avanti.




COSA VEDERE

Il borgo si sviluppa tutto attorno a Via Roma, cioĂš la via principale, con bellissime abitazioni in pietra scura.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

A Radicofani si puĂČ vedere la Chiesa di San Pietro, la Chiesa di Sant’Agata e poi c’ù la bellissima Fortezza che svetta al di sopra del borgo nel parco della Rocca.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

L’ingresso al parco ha un costo di 4 euro e comprende un volantino illustrato con la storia di Radicofani e sulla fortezza.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Una volta entrati potrete scoprire i cunicoli sotterranei, la fortezza vecchia con la sua torre, il museo, fino alla terrazza dei merli, quasi a 1000 metri s.l.m..

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Questo Ăš il punto piĂč alto di tutta la Val d’Orcia ed offre una visuale magnifica su tutto ciĂČ che ci circonda.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Incredibile come in un borgo cosĂŹ piccolo si possano trovare dei monumenti unici al mondo per la loro storia e per la loro funzione.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Nella parte bassa del paese, ad esempio c’ù la Posta Medicea chiamata anche Osteria Grossa, costruita per volere di Francesco I dei Medici.

VIA FRANCIGENA TAPPA 36 A Zonzo Con Zazzu
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Era una specie di dogana e di Albergo, forse il primo d’Italia, al confine con lo stato pontificio. Qui soggiornarono Mozart, Dickens, Ruskin, Casanova, l’imperatore Giuseppe II d’Austria e i Papi Pio 6 e Pio 7.

Altra cosa da non perdere Ăš il Bosco Isabella cioĂš un Giardino Romantico-Esoterico all’inglese costruito alla fine dell’800 e visitabile gratuitamente. Una specie di tempio massonico all’aperto in perfetta armonia con l’ambiente circostante. La disposizione e le forme degli oggetti Ăš studiata in modo da rappresentare una precisa simbologia e un preciso percorso iniziatico. L’elemento che spicca Ăš la Piramide in pietra a base triangolare situata al centro del bosco. In estate dentro c’ù un’aria fresca e si sta bene se non fosse per la sua natura esoterica starei sicuramente molto piĂč rilassato.




CHARLES DICKENS

Come detto sopra, Radicofani Ăš stata visitata anche dal noto romanziere Charles Dickens che ha lasciato alla storia le sue impressioni sul borgo nel suo diario di viaggio scritto nel 1846 intitolato Pictures of Italy o conosciuto come Impressioni Italiane.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Interessante per me Ăš stato scoprire come anche Dickens fosse un ottimo camminatore perchĂ© amava svegliarsi presto all’alba e fare delle lunghe passeggiate nella campagna. Aveva un’energia e curiositĂ  inesauribile verso il nostro paese e questo borgo.




IL PALIO DEL BIGONZO

La seconda domenica di settembre le 4 contrade della cittĂ  si sfidano prima in una gara di tiro con l’arco e poi in una corsa per le vie del paese. Non Ăš una corsa qualsiasi perchĂ© la gara si fa in coppia trasportando su di una barella di legno i “Bigonzi” cioĂš dei recipienti in legno usati per la vendemmia senza farli cadere lungo la via principale del paese oltretutto Ăš in salita. Questa rievocazione storica si chiama Palio del Bigonzo.




GHINO DI TACCO

Il personaggio di cui voglio parlavi Ăš Ghino di Tacco, figlio del conte Ghibellino Tacco di Ugolino. Siamo attorno alla seconda metĂ  del quattordicesimo secolo e la sua famiglia viveva in condizioni economiche precarie, tanto che arrivĂČ a perdere persino il feudo.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

La famiglia di Tacco decise così di sfidare le autorità guelfe, gli storici nemici dei Ghibellini, formando la “banda dei quattro” cioù una brigata di nobili fuorilegge specializzati nel derubare i ricchi mercanti diretti a Roma ed in Terrasanta.

VIA FRANCIGENA TAPPA 36 A Zonzo Con Zazzu
VIA FRANCIGENA TAPPA 36 Statua di Ghino

Dopo vari anni di razzie, la Repubblica di Siena catturĂČ il padre e il fratello di Ghino e li fece impiccare a Siena in Piazza del Campo. Fu da quel momento che Ghino decise di vendicarsi e nel nome della sua famiglia s’impadronĂŹ della Rocca di Radicofani, creĂČ un feudo rendendolo ideale per continuare ad assaltare i ricchi mercanti che transitavano per rubargli quasi tutto ma lasciandogli dei viveri per sopravvivere per qualche giorno.

VIA FRANCIGENA TAPPA 36
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Fu definito Brigante Buono anche dal Boccaccio all’interno di una novella del Decamerone, dove ci viene raccontato che Ghino, rapì il ricco Abate di Clignì dopo aver saputo che si stava recando alle terme di San Casciano per curare il mal di stomaco.

VIA FRANCIGENA TAPPA 36
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Decise cosĂŹ di rinchiuderlo nella Torre per nutrito solo a pane, fave secche e vino vernaccia.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Questa dieta fece passare il mal di stomaco all’abate che per sdebitarsi convinse addirittura papa Bonifacio Ottavo a perdonare Ghino per l’assassinio del giudice Benincasa cioù colui che aveva fatto impiccare la famiglia di Tacco. Ghino fu nominato addirittura Cavaliere di San Giovanni facendolo benvolere anche da Siena.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Non sappiamo bene quando morĂŹ Ghino, alcuni dicono in una banale rissa attorno al 1340 ma fu ricordato anche da Dante Alighieri nel canto sesto del Purgatorio.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Questo suo essere ladro dall’animo onesto, descritto come portatore di valori esemplari, ispirarono davvero quelle storie di Robin Hood perchĂ© con sicurezza sappiamo che Ghino alla fine del 1300 divenne cosĂŹ popolare da essere poi inserito nei famosi “Racconti di Canterbury”, uno dei piĂč importanti testi della letteratura inglese del Quattrocento.

VIA FRANCIGENA TAPPA 36
VIA FRANCIGENA TAPPA 36

Quante storie che abbiamo in Toscana e quante leggende legate alla Via Francigena che probabilmente hanno ispirato tantissimi altri racconti di letteratura, poesia e film moderni.




CENA

Come vi ho detto in precedenza, abbiamo cenato al ristorante “Al
Tocco” e Manuela come sempre si ù emozionata nel ripensare a quanto abbiamo fatto fino ad ora.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI

Abbiamo brindato a Radihofani (Radicofani) come diciamo noi toscani e come abbiamo insegnato a RemĂŹ oggi sul percorso della tappa numero 36 della via Francigena.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI

Davanti alla splendida Chiesa abbiamo concluso la serata, ritrovando Davide che pernottava con l’altra struttura ricettiva della Chiesa.

VIA FRANCGIENA TAPPA 36 SAN QUIRICO RADICOFANI

Non perderti la prossima tappa! Mi raccomando che ne ho di storie da raccontarti e persone da conoscere. Ciao!

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫




DOVE DORMIRE E DOVE MANGIARE

Potrei darvi tantissime indicazioni su dove dormire e dove mangiare ma come sapere questi posti dove pernottare o dove fare ristoro sono in continua evoluzione e in continuo cambiamento. Ho trovato molti luoghi dopo Siena chiusi dopo la pandemia e che non hanno mai piĂč riaperto.

Per cui vi rimando direttamente al sito ufficiale in questa pagina dove terranno costantemente aggiornati gli ostelli, i ristoranti, gli alberghi e tanto altro. In questo modo sono sicuro di darvi informazioni aggiornate sempre e non rischiare di farvi perdere del tempo telefonando a strutture chiuse.

Ricordati di vedere anche il video di questa tappa della Via Francigena. Ti rimetto il video sotto e ti chiedo di sostenermi, con l’iscrizione ai miei vari social Instagram o Youtube . Ci metto passione, cuore e tempo libero. Grazie se vorrai sostenermi. Non perderti la prossima tappa! Ciao

Vi ringrazio se siete rimasti con me fino ad ultimo se vi Ăš piaciuta questa tappa numero 34 della via Francigena, lasciami un like oppure iscriviti per non perdere i miei prossimi video. Non perderti mi raccomando la prossima tappa. Alla prossima ciao e buon cammino!

SCORRI TRA LE TAPPE
âŹ…ïžTAPPA 35 – TAPPA 37 âžĄïž

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫

Se hai dubbi o domande non esitare a contattarmi tramite i miei canali social sotto. ciao!


HERMITAGE SAN PIETROBURGO INFO

2 commenti su “VIA FRANCIGENA TAPPA 36

  1. Pingback: 📌VIA FRANCIGENA TAPPA 35 PONTE D'ARBIA SAN QUIRICO D'ORCIA

  2. Pingback: 📌 VIA FRANCIGENA TAPPA 37 RADICOFANI ACQUAPENDENTE

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: