VIA FRANCIGENA TAPPA 43

Via Francigena tappa 43

In questa tappa 43 della via Francigena proseguirĂČ il cammino iniziato a Lucca i giorni precedenti. Se non hai visto le puntate precedenti di questo mio cammino sulla via Francigena, vai a vederle sul mio canale perchĂ© ti sei perso le migliori tappe della via Francigena in Toscana.

SCORRI TRA LE TAPPE
âŹ…ïžTAPPA 42 – TAPPA 44 âžĄïž

Di seguito ti riassumo quanto fatto e se non lo hai visto vai a vedere il mio video su YouTube qui sotto e se ti piace lasciami un “mi piace”. 👍 Questo mi aiuterĂ  a crescere ed a far conoscere questi video a piĂč persone. Grazie! 😄

Non fatevi ingannare dalla lunghezza del post. Ci sono tantissime immagini!

Partiamo! La credenziale del pellegrino l’avevo giĂ  acquistata in precedenza all’info point a San Miniato, cittĂ  che dista solo 20 chilometri da casa mia, pagando i 5 euro in contanti. Se non sai cosa Ăš la credenziale, ti invito a leggere questo primo post sulla via Francigena che ti spiega esattamente che cosa Ăš il cammino e tutto ciĂČ che gli ruota attorno in termini di credenziali, timbri e testimonium.




INDICE




VIA FRANCIGENA TAPPA 43




ALTIMETRIA

L'altimetria della tappa 43 della via Francigena da Sutri a Campagnano di Roma
L’altimetria della tappa 43 della via Francigena da Sutri a Campagnano di Roma




DATI TECNICI


đŸ’Ș DifficoltĂ : Medio 🟠🟠🟠
📍 Partenza: Sutri (Anfiteatro)
📍 Arrivo: Campagnano di Roma (Chiesa del Gonfalone)
đŸ›Łïž Distanza: 27 chilometri
⏱ Tempo di percorrenza a piedi: 6.30 h senza soste
🚰 Quanta acqua portare: 2 litri
↗ Dislivello in salita: 350 m
↘ Dislivello in discesa: 390 m
âŹ†ïž Quota massima: 285 m (Campagnano di Roma)
Strade pavimentate: 27%
Strade sterrate e carrarecce: 44%
Mulattiere e sentieri: 29%
đŸšŽâ€â™‚ïž CiclabilitĂ : 98%
Come arrivare al punto di partenza: Linee FS Roma-Viterbo, stazione Capranica-Sutri; Autolinee Cotral (tel.0672051)

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫



SUTRI

Buongiorno da Sutri. Ho dormito benissimo stanotte nel silenzio della mia cameretta singola al B&B il Seminario. Nel locale con me c’erano altre persone ma non le ho mai viste e mai sentite per tutto il tempo.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Il tempo di fare colazione prendere ovvero il cornetto al cioccolato ed il succo di frutta compreso nel costo dell’alloggio e riparto verso il parco dell’antichissima città di Sutri.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

I miei amici sono da Salza e ieri sera ci siamo dati appuntamento all’anfiteatro proprio dopo la discesa dal centro città, davanti al parcheggio delle auto.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Sopra la città di Sutri stamattina ci sono nuvole e foschia. Molto bello e molto fotogenico specialmente dall’alto.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Oggi la cartina mi indica che dovrĂČ fare circa 25 km da Sutri fino a Campagnano di Roma, passando per Monterosi e le cascate di Monte Gelato. Come acqua oggi decido di portare come me 2 litri perchĂ© come sempre non so se ci saranno fontanelle attive.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Manuela e Davide arrivano puntuali al parco dell’antichissima cittĂ  di Sutri e dopo aver ottimizzato gli zaini e sistemato le cinture di chiusura, ripartiamo. Volendo potremo scorciare la tappa passando da dietro l’Anfiteatro e percorrere parte della via Cassia. L’idea iniziale mia era quella, di prendere la strada piĂč breve. ma nel dubbio di sbagliare strada torniamo indietro e prendiamo il sentiero che allunga il percorso di 3,5 chilometri passando piĂč a nord.




PARTENZA

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

All’inizio il percorso della tappa numero 43 della via Francigena parte in salita su asfalto, costeggiamo varie abitazioni nella periferia di Sutri. La Campagna si apre davanti a noi con vari trattori che stanno arando la terra.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Al chilometro 5 circa troviamo la prima fontanella vicino ad una serie di abitazioni con anche una piccola panchina. Per il momento Ăš stato quasi sempre terreno duro sotto ai piedi.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

La tappa arriva due volte ad attraversare due strade asfaltate, la prima su una provinciale poco trafficata mentre l’altra una piĂč trafficata. In entrambi i casi si deve attraversare e proseguire sempre dritto.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Arriviamo finalmente in una una strada bianca che costeggia sempre grandi distese dove troviamo una branco di pecore al pascolo con un cane pastore.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Meglio non avvicinarsi troppo per non rischiare che il cane sia troppo protettivo. La strada si trasforma in sterrato per poi tornare strada bianca.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Attraversiamo un torrente che passa attraverso una serie di alberelli.

Una strada bianca sempre dritta si presenta davanti a noi con cancelli di ferro e qualche teschio di mucca sopra il cancello in stile vecchio west americano.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43




GOLF NAZIONALE

Il dirizzone arriva ad un’altra strada asfaltata proprio davanti al centro da Golf Nazionale.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Proprio davanti all’ingresso del centro sportivo c’ù una panchina dove possiamo fare sosta ed un tabernacolo che trabocca acqua da tutte le parti.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

L’acqua non sembra potabile e preferiamo non rischiare di bere qualcosa che potrĂ  farci male piĂč avanti.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Il fatto che sia molto fredda io e Manuela decidiamo di immergere i piedi, piedi, caviglie e polpacci all’interno per beneficiare dell’effetto rinfrescante. Davide come al solito non vuole unirsi a noi ma con pazienza lo convinciamo in modo da affievolire il dolore ai piedi. L’acqua cosĂŹ fredda non piĂČ fare che solo bene.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Stamani c’ù un umiditĂ  nell’aria da paura e stiamo sudando anche piĂč del dovuto. Le previsioni danno pioggia nel pomeriggio dopo le 17 e dobbiamo andare belli spediti per arrivare in tempo prima di quell’orario. ChissĂ  dove saranno Marco e Nicole oggi. Speriamo di trovarli piĂč avanti.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Riprendiamo il cammino della tappa 43 della via Francigena su asfalto in salita, costeggiando il campo da golf Nazionale. La strada che poi sarĂ  un lunghissimo dirizzone si chiama Via di Sutri vecchia.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Passiamo proprio nel mezzo ai campi verdi. I prati attorno a noi sembrano non avere una fine. Le colline sembrano identiche allo sfondo di Windows XP e l’erba Ăš tagliata al millimetro. Alla nostra sinistra c’ù il lago di Monterosi che perĂČ non Ăš visibile dalla nostra posizione ma dall’alto si vede benissimo.




MOTEROSI

La strada ci porta fino alla periferia di Monterosi. Qui in cittĂ  oggi dobbiamo incontrare la cugina di Manuela che ci ha voluto intercettare sul nostro cammino per offrici qualcosa da bere e da mangiare.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Proseguiamo sempre in leggera salita fino all’incrocio con la Chiesa Barocca di San Giuseppe. Attenzione a questo pezzo, non fatevi distrarre perchĂ© rischiate di andare a dritto. Si deve girare in via dei Caduti di Tutte le Guerre proprio sulla piazza dove c’ù la fontana e la chiesa. Vi ho detto questo perchĂ© se procederai a dritto dopo sarĂ  difficile attraversare e tagliare. Dovrete per forza tornare indietro.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Poco prima di arrivare alla rotonda dello svincolo della superstrada, giriamo a sinistra in via Dei Tigli e fatti appena 100 metri arriviamo alla casa della cugina di Manuela, che ci offre da bere, dei salumi freschi, del formaggio e del pane. Per sapere se erano buoni chiedete a Davide o guardate la sua faccia nel video dopo aver mangiato. Parla da sola. 😀

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

La cugina di Manuela ci spiega che negli anni scorsi proprio accanto a lei era aperto e funzionante un B&B. I pellegrini che transitano da qui spesso le suonano per chiedere informazioni.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Per questo ha deciso di attrezzarsi per dare modo ai pellegrini di pernottare e sostare a Monterosi. La tappa volendo si puĂČ dividere in modo diverso rispetto a come l’abbiamo fatto noi. Ad esempio potete fare Vetralla-Moterosi (30km) e Monterosi-La Storta (30km) anzichĂ© le tre tappe da 20km che abbiamo fatto noi.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Insomma ripartiamo e ringraziamo la cugina per il rifornimento fatto.




UN NUOVO AMICO

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Ritorniamo indietro sulla via Dei Tigli e imbocchiamo di nuovo il marciapiede protetto che costeggia lo svincolo della super strada.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

In questo esatto punto incrociamo un nuovo pellegrino: Pierfrancesco che vi presenterĂČ piĂč avanti nell’articolo.

Dopo aver percorso tutto il marciapiede protetto arriviamo davanti ad un bivio dove si puĂČ scegliere se proseguire sulla Via Cassia su asfalto oppure girare a destra su una strada bianca che passa in campagna.

La prima opzione su asfalto Ăš la piĂč breve ma piĂč pericolosa perchĂ© sulla cassia sfrecciano le auto e non c’ù un vero e proprio ciglio della strada. Camminiamo quasi sulla carreggiata delle auto. Sconsiglio fortemente di percorrere la tappa 43 della via Francigena in questo modo.

La seconda parte passa in campagna su una strada bianca, Ăš piĂč sicura ma allunga il percorso di 4 km.

Mi fido ciecamente di quanto ci consiglia di fare il cartello e per quanto ho letto su internet nei giorni prima della partenza.

IN questo tratto parliamo un po’ con Pierfrancesco, che ha la mia stessa etĂ  ma il doppio degli addominali miei come si puĂČ vedere in foto sotto. 😆

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Abita nella provincia di Pistoia ed ù partito da Viterbo da solo come noi e siamo felici di poterlo integrare nel nostro gruppo. Pierfrancesco ù molto simpatico e come quasi ogni toscano ù molto scherzoso ed intelligente. Ha passato le vacanze nelle settimane precedenti al relax al mare ed ora “sapendo quanto ha peccato ù venuto sulla Francigena a purificarsi”. Parole sue.

Scherzi a parte, finalmente il paesaggio torna ad essere verde ed a tratti boscoso. Il caldo si fa sentire ed il sole Ăš alto nel cielo.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Passiamo davanti ad un Maneggio dove ci sono dei piccoli puledri che proviamo a chiamare da lontano ma senza esito.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Manuela oggi sente dolore al piede e chiede se qualcuno ha un piede di ricambio da darle.

La strada bianca arriva ad un incrocio con una strada asfaltata. La via Francigena gira a destra dentro ad una zona alberata.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43




L’INCONTRO INASPETTATO

Il parco della Valle del Treja ù molto vicino adesso mancano meno di due chilometri. Appena usciti dal sentiero bianco, svoltiamo a destra su asfalto, incrociamo una macchina che si sofferma davanti a noi. All’inizio non avevo capito bene la situazione ma poi Manuela, urla Adriana in stile Rocky Balboa.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Capiamo che erano suoi amici e che li ha trovati per caso, anche loro qui sul sentiero. Insomma dopo lo stupore generale ce li presenta e Manuela ne approfitta per dargli le chiavi dell’auto visto che abitano proprio accanto a lei ed in questo modo possono spostarle l’auto che era parcheggiata alla stazione.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Salutiamo i due amici di Manuela e proseguiamo il cammino sulla Via Francigena sempre su asfalto.




VALLE DEL TREJA

La via serpeggia curvando a destra e sinistra fino all’ingresso del Casale sul Fiume Treja uno grande spazio verde naturale di 10 ettari con tantissimi animali liberi, giochi e bambini che si divertono in compagnia delle loro famiglie.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

D’estate Ăš sempre aperto mentre d’inverno soltanto il week-end. Il costo per accedere all’area Ăš di 10€ per gli adulti, i bambini dai 3 ai 10 anni pagano 5 euro mentre per i bambini da 0 a 3 non pagano. Dopo le 17:00 perĂČ non si paga.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Esattamente sul lato opposto del parco della Valle del Treja ci sono le cascate di Monte Gelato.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Secondo me il miglior posto di oggi per riposare e rinfrescarsi. Noi facciamo proprio cosĂŹ, ci togliamo scarpe e calzini ed entriamo in acqua.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Le Cascate di Monte Gelato sono diventate famose nel mondo grazie al cinema. Fu Roberto Rossellini a scoprirle e renderle famose con il suo film “Francesco, giullare di Dio” del 1950. A partire da quel momento diventĂČ una location ambita per molti altri film, ad esempio in Superfantozzi.

Superfantozzi (scena Excalibur).png

Vi ricordate quando Fantozzi trova Excalibur, quella scena Ăš stata girata qui in questo posto. Oppure la scenda di Terence Hill quando fa il bagno con due ragazze nel film Lo Chiamavano TrinitĂ  anche quella Ăš stata girata qui in questo luogo.

VIA FRANCIGENA TAPPA 43 A Zonzo Con Zazzu

Il fiume Treja Ú bellissimo perché riesce a superare molti dislivelli dando origine a tante cascate immerse nella natura. Fermatevi anche solo per vederle, se non volete fare sosta, perché sono bellissime.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Volendo per i piĂč resistenti si puĂČ arrivare fino al vecchio mulino, ai piedi della prima cascata. Di acqua ce n’ù tanta, ma attenzione che Ăš inquinata e quindi non potabile.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Possiamo perĂČ fare tranquillamente il bagno! Ci sarebbe da esplorare ancora per molto ma Ăš giĂ  tardi e dobbiamo proseguire sul sentiero.

Via Francigena Tappa 43
Via Francigena Tappa 43

In lontananza il cielo si fa scuro e qualche tuono all’orizzonte ci spinge a sbrigare i preparativi per il rientro. Le previsioni davano acqua per dopo le 17 ma probabilmente la farà anche prima.




VERSO CAMPAGNANO

Usciamo dalle cascate, percorriamo il ponte e ci fermiamo al bar ristorante di fronte al parcheggio per comprare qualcosa di fresco da bere.

VIA FRANCIGENA TAPPA 43 A Zonzo Con Zazzu
Via Francigena Tappa 43

La tappa numero 43 della via Francigena passa sempre per la strada asfaltata per poi entrare in campagna su una strada sterrata. Alla nostra destra c’ù l’autodromo di Vallelunga ma non Ăš visibile perchĂ© la vegetazione copre il panorama circostante.

VIA FRANCIGENA TAPPA 43 A Zonzo Con Zazzu
Via Francigena Tappa 43

Mancano circa 6 km e l’ultimo tratto ù immerso in un nuovo parco, il “Parco regionale di Veio”.

VIA FRANCIGENA TAPPA 43 A Zonzo Con Zazzu
Via Francigena Tappa 43

Qualche goccia di pioggia inizia a scendere proprio negli ultimi chilometri di percorso. I tuoni si fanno sempre piĂč forti e qualche lampo all’orizzonte. La cosa strana Ăš che c’ù il sole!

VIA FRANCIGENA TAPPA 43 A Zonzo Con Zazzu
Via Francigena Tappa 43

Campagnano di Roma si materializza all’orizzonte sulla roccia tufacea. Devo mettere dentro il materiale elettronico coprire il telefono e lo zaino altrimenti rischio di compromettere tutto il lavoro video fatto fino ad ora.




CAMPAGNANO DI ROMA

Per arrivare fino alla cittĂ  finale c’ù da fare un ultima e ripida salita. L’arrivo Ăš veramente tosto perchĂ© si sale tantissimo gli ultimi metri. Il borgo da questa parte Ăš molto bello come si puĂČ vedere dalla foto che ci siamo scattati all’arrivo qui sotto. Ricorda molto Capranica e Vetralla.

VIA FRANCIGENA TAPPA 43 A Zonzo Con Zazzu
Via Francigena Tappa 43

Passiamo davanti alla Parrocchia di San Giovanni Battista dove c’ù un bellissimo alloggio, dove ci sono camere spaziose e dei bagni nuovissimi a confronto con altre strutture. Un frigo pieno di bibite a disposizione ed una sala con biliardino. Questo Ăš quanto mi ero informato perchĂ© non siamo stati qui a dormire ma siamo andati dalla Cugina di Manuela (un’altra) che ci ospiterĂ  sia per cena che per la nottata.

VIA FRANCIGENA TAPPA 43 A Zonzo Con Zazzu
Via Francigena Tappa 43

La cugina di Manuela, Susi, ci viene a prendere in auto e ci porta presso la sua abitazione che Ăš distante circa 2 chilometri dal centro. Niente paura domani ripartiremo da dove ci ha prelevato senza tagliare o accorciare il cammino.

VIA FRANCIGENA TAPPA 43 A Zonzo Con Zazzu
Via Francigena Tappa 43

Il tempo di sistemare gli zaini e Susi ci chiede se volevamo fare una lavatrice, non ce lo facciamo ripetere due volte e ci facciamo lavare tutti i panni. Intanto ci facciamo la doccia e ci riposiamo un po’ fuori con i cani.

Via Francigena tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Decidiamo di metterci seduti ed aspettare che smettesse. Fortunatamente dopo circa 20 minuti saliamo in macchina e ripartiamo in direzione del centro dove ci aspettavano Nicole, Marco e Pierfrancesco.




COSA VEDERE A CAMPAGNANO DI ROMA

Campagnano Ăš uno dei primi comuni in provincia di Roma ma non Ăš una grande cittĂ , ha poco piĂč di 10.000 abitanti. Non ci sono tantissime cose da vedere in cittĂ . Onestamente eravamo piuttosto stanchi e anche io ho girato poco perla cittĂ .

Via Francigena tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Il paese sorge su un’altura di roccia tufacea, me ne sono accorto per la salita e passeggiando per le vie del centro trovo la Chiesa del Gonfalone, risalente al 16 secolo, la torre dell’orologio ù stata aggiunta successivamente e poi possiamo vedere la Collegiata di San Giovanni Battista.

Via Francigena tappa 43
Via Francigena Tappa 43

In Piazza Cesare Leonelli c’ù la bellissima Fontana dei Delfini (che secondo alcuni sarebbe opera del Vignola) ed il Palazzo Comunale. In corrispondenza della Porta Medievale c’ù il Palazzo Venturi, sede del Museo archeologico e della biblioteca.

Via Francigena tappa 43
Via Francigena Tappa 43




APERITIVO A CAMPAGNANO

Poco prima di cena ci ritroviamo tutti al Bar per fare un aperitivo e Nicole e Marco conoscono Pierfrancesco. Non perdetevi la parte del video perché Nicole vi fare ridere parlando e scherzando sul mostro della Francigena.

Via Francigena tappa 43
Via Francigena Tappa 43

La serata con gli amici pellegrini si conclude così dopo l’aperitivo. Dovevamo rientrare di nuovo a casa della cugina di Manuela per cenare e dormire.

Via Francigena tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Salutiamo Nicole, Marco e Pierfrancesco che rientreranno all’hotel.



CENA

Torniamo con l’auto a casa di Susi e finalmente ci facciamo una meritata cena.

Via Francigena tappa 43
Via Francigena Tappa 43

Siamo stati da Dio. A confronto con gli standard del pellegrino qui sembrava di essere in un hotel a cinque stelle. Grazie di nuovo a Susi per averci preparato una cena cosĂŹ buona.

Via Francigena tappa 43
Via Francigena tappa 43

Roma ù vicina, vicinissima, domani sarà l’ultima lunga giornata di cammino prima dell’ingresso trionfale nella città eterna.

Via Francigena tappa 43
Via Francigena tappa 43

Non perdetevi la penultima tappa ovvero la numero 44 della via Francigena.

Ciao!

DOVE DORMIRE E DOVE MANGIARE

Vi rimando direttamente al sito ufficiale in questa pagina dove terranno costantemente aggiornati gli ostelli, i ristoranti, gli alberghi e tanto altro. In questo modo sono sicuro di darvi informazioni aggiornate sempre e non rischiare di farvi perdere del tempo telefonando a strutture chiuse.

Ricordati di vedere anche il video di questa tappa della Via Francigena. Ti rimetto il video sotto e ti chiedo di sostenermi, con l’iscrizione ai miei vari social Instagram o Youtube . Ci metto passione, cuore e tempo libero. Grazie se vorrai sostenermi. Non perderti la prossima tappa! Ciao

Vi ringrazio se siete rimasti con me fino ad ultimo se vi Ăš piaciuta questa tappa numero 34 della via Francigena, lasciami un mi piace oppure iscriviti per non perdere i miei prossimi video. Non perderti mi raccomando la prossima tappa. Alla prossima ciao e buon cammino!

SCORRI TRA LE TAPPE
âŹ…ïžTAPPA 42 – TAPPA 44 âžĄïž

⏫ TORNA ALL’INDICE ⏫

Se hai dubbi o domande non esitare a contattarmi tramite i miei canali social sotto. ciao!


HERMITAGE SAN PIETROBURGO INFO

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: